Demi Lovato sfida Putin durante un concerto

demirussia1 Demi Lovato sfida Putin durante un concerto

Foto dal web

Durante una performance live della sua hit “Really don’t care”, Demi Lovato ha voluto sfidare il presidente russo Vladimir Putin e le sue leggi anti-gay.

Il tutto è iniziato con un ballerino seduto su un trono con la maschera di Putin ed è poi finito in un modo decisamente più osé: la maschera è servita a coprire le parti intime di un ballerino quasi completamente nudo, intento a scambiarsi effusioni con un altro uomo.

demibacio1 Demi Lovato sfida Putin durante un concerto

Foto dal web

E’ molto probabile che questa “marachella” le costerà un divieto a mettere piede in terra russa per diverso tempo, ma la Lovato ha ricevuto critiche anche dai suoi stessi fans, soprattutto quelli russi.

Ieri su Twitter spopolava l’hashtag “#DemiHurtsRussianLovatics” (“Demi ferisce i Lovatics russi”, dove i Lovatics sono i suoi fans), che ha raccolto migliaia di accuse alla cantante.

“Non ha il diritto di comportarsi in questo modo”, si legge in un Tweet. “Dovrebbe solo cantare e lasciare la politica e le leggi a chi se ne occupa.”

E voi da che parte state?

Ti potrebbero interessare anche...

8 commenti

8 commenti a “Demi Lovato sfida Putin durante un concerto”

  1. Cris ha scritto:

    Io posso condividere eventuali affermazioni, posso condividere chi esprime la propria opinione… Ma questi gesti non sono di utilità a nessuno, soprattutto in un contesto come quello.

  2. Ely26 ha scritto:

    Non conosco la Lovato, magari la politica o i temi di attualità sono presenti nei suoi show (non sarebbe né la prima né l’ultima, poi sta al pubblico condividere o meno questi dettagli); tuttavia condivido l’indignazione per l’ingiusta legge. Sicuramente la Russia la vedrà col binocolo, ma il numero le porterà molti consensi e molta pubblicità positiva.

  3. ledger91 ha scritto:

    Ma io dico… posso capire i disaccordi con la politica, ma che bisogno c’è di fare queste scenate? Secondo me lei è una cantante di talento ma preferirei che si limitasse a cantare invece di mandare questi messaggi. Giusti o sbagliati che siano, perché bisogna farsi per forza i nemici quando il tuo lavoro non lo richiede?

  4. Cloe ha scritto:

    Certo, in Russia escono leggi che violano i diritti umani e la cosa più giusta da fare è stare zitti? Allora solo politici e giornalisti sono autorizzati a parlare di attualità e politica? Queste cose ci riguardano, dobbiamo parlarne, discuterne.. Grande Demi!

  5. frankie ha scritto:

    A mio parere, non c’è nulla di male a sfruttare la propria popolarità per lanciare un messaggio. Altre celebrità l’hanno fatto. l’opinione pubblica, invece, s’è stata zitta di fronte allo scempio russo e ha seguito imperterrita le olimpiadi, quando avremmo dovuto boicottarle senza pietà.
    Se una cantante che ha tanti fan si schiera contro una scelleratezza del genere, ben venga, secondo me!

  6. Marty ha scritto:

    Io penso che alcune persone tra cui quelle che hanno commentato qui sotto siano abbastanza ipocrite. Se Demi Lovato (io non so nemmeno chi sia per cui non sono da ritenere di parte) avesse lanciato una provocazione simile contro la crisi, contro la violenza sulle donne o su qualsiasi altra cosa nessuno avrebbe avuto da ridire anzi sarebbe stata considerata una grande, ma si sa in Italia le persone hanno una mentalità chiusa e bigotta, hanno paura di ciò che loro considerano diverso e quindi Demi doveva limitarsi a fare il suo lavoro e cioè cantare. Ma scusate eh, John Lennon non è mica considerato un eroe per i suoi messaggi di pace??
    Quella che ha fatto Demi è una provocazione, una provocazione pacifica nei confronti di un uomo come Putin che ha fatto in modo che i gay siano considerati carne al macello, non sono tanto le sue leggi ma le conseguenze che esse hanno portato ad alimentare odio e violenza nei confronti di queste persone che non fanno nulla di sbagliato, semplicemente amano qualcuno dello stesso sesso!

  7. Elle ha scritto:

    mah soliti americani megalomani. nessuno le ha chiesto la sua opinione.. che si limiti a cantare e basta. I russi sanno parlare benissimo da soli e non vedo perché lei debba metter bocca su questioni che non la riguardano.

  8. arianna ha scritto:

    io credo che gli artisti abbiamo la possibilità e sopratutto il dovere di diffondere messaggi importanti e di incentivare le persone a cambiare la società attuale,guardiamoci stiamo qui a lamentarci dello schifo che c’è nel mondo ma non facciamo nulla per ripulirlo e quando un’artista quale demi tenta di dare un via a quella che si puo’ chiamare evoluzione tutti subito le puntano il dito contro,quando artiste quali nicky minaj o miley cyrus o addirittura la grande madonna tentano di dare spazio alla libertà sessuale delle donne esse vengono subito etichettate come troie,se justin bieber e gli one direction tentano di mandare messaggi d’amore ai loro fans immediatamente divengono dei marmocchi che canticchiano canzoni alla cazzo,pensate a tutti gli artisti che ci sono ora,ma quelli veri,quelli che nonostante tutti gli insulti e le critiche continuano a fare musica e pubblicare album imparate ad ascoltare quello che la loro musica trasmette,osservate le azioni spesso scabrose o hot o trash che fanno nei live o nei video,pensate che la loro è arte e non merda,pensate ai numerosi messaggi che in tali performance loro ci mandano,questi (come molti altri del passato e attuali) sono gli artisti,non il ragazzo che fa una canzone per l’estate e poi non lo si sente più….tentiamo seriamente di accogliere i loro incentivi e la loro arte

Scopri di più su...

Selena Gomez è la star di Elle

Demi Lovato chiede rispetto ai paparazzi

Demi Lovato è tra le più sexy per Maxim