Overdose Demi Lovato: parla la madre della cantante

Demi Lovato 1 Overdose Demi Lovato: parla la madre della cantante

Foto: @ Instagram/ Demi Lovato

A quasi due mesi dal ricovero di Demi Lovato per una overdose di eroina, la mamma della cantante ha deciso di rompere il silenzio dietro il quale si era trincerata insieme alla sua famiglia famiglia.

Dianna de la Garza, questo il nome, ha deciso di aprirsi davanti alle telecamere di Newsmax Tv in occasione del lancio di “Falling With Wings: A Mother’s Story“, un libro autobiografico nel quale ha raccontato la sua esperienza da madre alle prese con le dipendenze della figlia.

 “Per me è ancora molto difficile parlare di questa cosa, mi sento ancora molto scossa. Quella notte mi ha chiamato l’assistente di mia figlia e mi ha detto: ‘Demi ha esagerato‘ Ero letteralmente sotto shock, non sapevo cosa fare. Da genitore non mi aspettavo di poter sentire una cosa simile su uno dei miei figli.”

“La sua assistente si è fermata per un attimo poi mi ha detto che era cosciente, ma che non riusciva a parlare.”

“Siamo andati da lei il più in fretta possibile. Siamo saltati in auto e siamo corsi al pronto soccorso per starle accanto. Si vedeva che non stava affatto bene, non era in forma, ma le ho detto che ero lì per lei e che le volevo bene ed a quel punto lei mi ha risposto ‘Te ne voglio anche io‘.”

“Non ho mai permesso a me stessa di pensare che le cose sarebbero andate male. Ho pregato tanto in ospedale perchè la mia fede è davvero forte. E’ stata la fede ad avermi aiutata quando, nei due giorni successivi, le cose si misero così tanto male che non sapevamo se ce l’avrebbe fatta o meno. Penso che oggi Demi sia salva proprio grazie a tutte le preghiere che sono state fatte nel mondo quando si è diffusa la notizia del suo malore. Penso che se non fosse stato per tutte quelle preghiere e per i meravigliosi medici del Cedars Sinai oggi lei non sarebbe con noi. Quei medici sono stati i migliori, non avrei potuto chiedere una migliore equipe per salvare la vita di mia figlia.”

“Ora sta bene, è felice. Sta lavorando sulla sua sobrietà e sta ricevendo tutto l’aiuto di cui ha bisogno. E questo mi è da incoraggiamento riguardo le aspettative sul suo futuro e su quello della mia famiglia.”

 

Ti potrebbero interessare anche...

Commenta ora!

I commenti sono disabilitati.