Ke$ha denuncia il suo produttore per violenza sessuale

kesharehab  Ke$ha denuncia il suo produttore per violenza sessuale

Kesha su Twitter

Lo scorso febbraio si era sottoposta ad un periodo di rehab per “lavorare sul mio disordine alimentare… e imparare ad amarmi di nuovo. Per quello che sono.” e chissà che proprio il ricovero non l’abbia aiutata a prendere la decisone che ha spiazzato il mondo della discografia e non solo.

Il sito TMZ fa sapere che Ke$ha ha denunciato il suo produttore Dr. Luke per abusi sessuali. La star di “Die Young” sarebbe stata vittima di violenza sessuale, fisica, verbale e morale da parte del 41enne sin da quando, 10 anni fa, entrò a far parte della sua casa di produzione. Ma c’è di più, i racconti della 28enne sono decisamente agghiaccianti: il produttore l’avrebbe spesso costretta a fare uso di sostanze  stupefacenti in modo da potersi “concedere” senza resistenze.

Dr. Luke sarebbe pure la causa dei disturbi alimentari della popstar “Non sei bella, non sei talentuosa, sei soltanto fortunata ad avere me” le diceva “Sei soltanto un fottuto frigorifero“.

“Questa causa è uno sforzo sincero da parte di Kesha a riprendere il controllo della sua carriera musicale e la sua libertà personale dopo aver sofferto per dieci anni come vittima di manipolazione mentale, di abuso emozionale e violenze sessuali da parte di Dr. Luke” ha commentato Mark Geragos, avvocato di Kesha Rose Sebert.

La risposta di Dr. Luke non ha tardato ad arrivare, secondo il produttore i fatti non sarebbero veritieri e la denuncia rappresenterebbe soltanto l’atto finale di una serie di ricatti mossi dalla cantante nel tentativo di liberarsi dal contratto.

 

Ti potrebbero interessare anche...

2 commenti

2 commenti a “Ke$ha denuncia il suo produttore per violenza sessuale”

  1. PiaPia ha scritto:

    Ho sempre pensato che Kesha tirasse su di naso più di un aspirapolvere quindi non so quanto sia reale tutto questo racconto.. Oltretutto mi pare strano che, circondata da persone e altri addetti ai lavori, nessuno abbia mai fatto nulla in ben 10 anni. Mi pare tanto la storia di sara Tommasi che dice che l’hanno costretta a drogarsi per fare il film porno.

  2. lau ha scritto:

    Io non ci credo, solo adesso ne parla. Cioè la violenza verbale e morale ci può stare, ma sessuale…è una cosa troppo seria e se fosse stata vera doveva denunciarlo prima. Sono d’ accordo con il discorso di Pia.

Scopri di più su...

Lady Gaga rompe il silenzio su R.Kelly

Simone Biles “Io molestata dal medico della nazionale USA”

Bella Thorne in lingerie sul set