Harry Styles si racconta su Rolling Stone

harry styles cover Harry Styles si racconta su Rolling Stone

Foto via Rolling Stones

Dopo aver ammirato insieme la cover di Harry Styles per Rolling Stone, è arrivato il momento di scoprire cosa abbia rivelato il cantante durante l’intervista pubblicata all’interno della rivista.

In questo periodo l’ex membro degli One Direction sta lavorando al suo secondo album da solista e questo è quello che ha riferito a riguardo:

“E’ come fare sesso e sentirsi triste subito dopo.”

Harry ha rivelato come abbia fatto a tenere vivo il processo creativo durante il lavoro in studio:

“In quel periodo ho fatto uso di funghi allucinogeni. Ci mettevamo lì, distesi sotto il sole ad ascoltare Ram in The Sunshine di Paul McCartney. Mi trovavo proprio in quel giardino quando, sotto l’effetto dei funghi, mi sono morso la lingua e mi sono ferito. Ho così tanti bei ricordi di quel posto.”

Sull’uso di bandiere LGBT durante i suoi show:

“Voglio che la gente si senta a suo agio nel decidere ciò che vuole essere. Magari la gente che assiste ad uno dei miei spettacoli, può sentirsi meno sola.”

Sul futuro degli One Direction:

“Non lo so, non credo di poter dire che non ritornerei a cantare con loro mai più perchè non è quello che voglio. Se ci sarà un momento in cui vorremmo tutti davvero ritornare a cantare insieme, allora lo faremo. Ma fino a quando non arriverà quel giorno, voglio continuare a fare musica e sperimentare. Inoltre penso che se ritornassimo a cantare insieme, nulla sarebbe più come prima.”

 

 

Ti potrebbero interessare anche...

Commenta ora!

I commenti sono disabilitati.

Scopri di più su...

Selena Gomez: “Io vittima di body shaming”

Lady Gaga è la star di Elle

Katie Holmes è sexy sulla cover di Shape